sabato 4 febbraio 2023
stónnə 9°, jé mal tìmbə

Logo

Tempo di lettura: 2 minuti

? FOTONOTIZIA – Un’azienda di Ravenna nella costruzione del primo eolico offshore davanti al porto di Taranto

Massimiliano Fina - 13 Agosto 2021

Fonte: RavennaeDintorni.it

Un’azienda ravennate, la Qint’x di Fornace Zarattini, parteciperà alla realizzazione del parco eolico davanti al porto di Taranto, il primo di tipo nearshore nel Mediterraneo. Si tratta di un parco da 30 Mw costruito dalla società Renexia. Qint’x ha recentemente firmato un contratto per la fornitura di servizi in sito di costruzione con la società fornitrice delle pale eoliche, la cinese Ming Yang.

Alberto Bernabini, amministratore delegato di Qint’x è soddisfatto: «Questo contratto è un passo importante per garantire la nostra crescita nel settore offshsore, sia nella fase progettuale che in quella realizzativa. Esperienza pratica che tornerà utile per il progetto Agnes in Romagna. I cambiamenti climatici sono ormai ampiamente dimostrati e nei prossimi anni anche in Romagna, in acque internazionali, lo sviluppo dell’offshore sarà indispensabile per combatterli».

Come ricordato da Bernabini, la Qint’x ha infatti presentato nei mesi scorsi insieme a Saipem un progetto da un miliardo di euro per un parco energetico al largo delle coste ravennati dove si uniranno eolico, fotovoltaico e idrogeno. Avviato nel 2017 e presentato per la prima volta a Omc nel 2018, il progetto ha visto la costituzione della startup innovativa Agnes nel 2019 che già nel 2020 ha firmato un importante accordo con Saipem per lo sviluppo congiunto. Nel 2021 è poi stata presentata istanza di concessione marittima. Recentemente lo Stato italiano ha riconosciuto la visione innovativa del progetto, approvando alla Camera e al Senato un finananziamento di 70 milioni dal fondo integrativo al PNRR per la parte riguardante il possibile riutilizzo per la produzione di idrogeno verde delle piattaforme in dismissione al largo di Ravenna.

TAG: