lunedì 30 gennaio 2023
stónnə 9°, jé mal tìmbə

Logo

Tempo di lettura: 2 minuti

A Crispiano nasce l’orchestra giovanile “L.L.I.F.E. Project orchestra”

Cosimo Lenti - 12 Ottobre 2021

Tappa storica ieri sera nel territorio delle “Cento Masserie”: il debutto di una orchestra giovanile dedicata a promuovere la difesa dell’ambiente e del rispetto umano, secondo i dettami dell’Agenda 2030 dell’ONU, che in Italia sono promossi da ASviS, ma anche dalle encicliche universali di Papa Francesco: “Laudato si” e “Fratelli tutti”. E’ la “L.L.I.F.E. Project Orchestra”, dove l’acronimo “LLIFE”, nella lingua più usata sul pianeta significa: “Life Is For Ever, Love Is For Ever”.

Un momento denso di forti emozioni quello dell’ 8 ottobre presso il Cinema Teatro Comunale. La serata,  condotta mirabilmente da Gianmarco Sansolino di Antenna Sud, ha impreziosito il primo Festival dello Sviluppo Sostenibile a Crispiano, nell’ambito della rassegna nazionale che l’Alleanza per lo Sviluppo Sostenibile, “ASviS” conduce ogni anno dal 2016.  A Crispiano l’evento promosso per la sostenibilità ha per titolo”l’Agenda 2030 nella Puglia delle Cento Masserie” ed è denso di eventi importantissimi per la comunità come si evince dal nutrito programma reso pubblico dall’Amministrazione.

Crispiano, già portato dal Sindaco Luca Lopomo ad essere tra i primi comuni del sud ad aderire all’Associazione dei “Comuni Sostenibili”, può ora vantare tra le sue peculiarità anche una orchestra “speciale” che coadiuverà gli sforzi comuni proprio attraverso i linguaggi della musica  e dell’arte in genere. 

“E’ un sogno che si realizza”, hanno detto all’unisono il promotore del “Team LLIFE Project, Pier Giorgio Farina, il Sindaco Luca Lopomo insieme agli assessori Aurora Bagnalasta e Alessandro Saracino,  la dirigente scolastica Sabrina Lepraro con la professoressa Gabriella Fumarola e Giovanni Locorotondo Presidente dell’Accademia musicale Puccini.  Ed è vero, poiché questa tappa, che  non è un punto di arrivo bensì di partenza, dimostra che quando si lavora insieme e ciascuno offre il proprio meglio con sincerità ed autentico spirito di servizio oltre ogni ideologia, tutto diventa possibile, anche in tempi di pandemia. 

Ciascuno di essi, esprimendo commossa soddisfazione,  si faceva anche  portavoce di coloro che nel proprio ambito hanno reso possibile tutto ciò. Il sindaco Lopomo riconosceva l’impegno comune e ringraziava i suoi assessori e i collaboratori, la dottoressa Lepraro esprimeva il suo massimo apprezzamento verso gli insegnanti, gli allievi e la sezione musicale guidata dalla Fumarola, il M.o Locorotondo dava atto allo sforzo compiuto dai maestri e dagli allievi dell’Accademia musicale, ed infine,  Il dottor Farina quale iniziatore del L.L.I.F.E. Project, ringraziava uno ad uno tutti loro, e dava il “benvenuti in questo sogno” ai tanti giovanissimi che imbracciando il proprio strumento lo hanno reso possibile, e glia altri due compagni di viaggio storici del Team: Corina Torraco e Rossella Perrini, Team destinato a rinforzarsi per divenire associazione di tipo nuovo, “generativa”, ovvero non in antitesi ma gemmellata con altre. “Infatti questa idea – ha sottolineato Pier Giorgio Farina- nasce nel 2018 in un’ Associazione di Taranto, il Centro Culturale Lazzati, che ha promosso il 6 e 7 il Festival ASviS in Taranto“.

“Speciale ringraziamento va dato – ha sottolineato Farina – a chi ha saputo catturare questa voglia di fare e tradurla in una espressione corale, ovvero al M.o arrangiatore dei brani e direttore d’orchestra Silvestro Sabatelli”.

Ormai il viaggio della orchestra per l’ambiente è iniziato, esso diventa un modulo portante nel più corposo programma di “L.L.I.F.E. Project” con l’obiettivo di parlare di Agenda 2030 attraverso la cultura, l’arte e la consapevolezza, cooperando con tutti coloro che vorranno esserci. 

Appuntamento, dunque, alla prossima tappa, ad una nuova esperienza insieme che sarà dispenserà nuove emozioni, ma soprattutto sensibilità e consapevolezza sull’urgenza di compiere tutti “azioni” per garantire il nostro futuro e quello dei nostri figli.