domenica 29 gennaio 2023
stónnə 9°, ‘u cìələ scúrə

Logo

Tempo di lettura: 2 minuti

Il Cammino di Taras: il 12 novembre il corto al teatro Orfeo

Cosimo Lenti - 10 Novembre 2021

Il cammino di Taras: il 12 novembre il corto al teatro Orfeo

Uno sguardo al passato. Taranto torna in auge, attraverso il racconto degli avvenimenti di cui è stata protagonista indiscussa. Dal IV secolo a. C. fino alla Seconda guerra mondiale nel “Il Cammino di Taras”, l’attesissimo cortometraggio prodotto dall’associazione I Cavalieri de li Terre Tarentine con la regia di Michele Alberto Chironi e che sarà proiettato in anteprima assoluta venerdì 12 novembre alle ore 20, al teatro Orfeo di Taranto. «Il lavoro- spiegano i promotori- è intriso di simbolismi, messaggi ed emozioni che rimandano ai periodi salienti di quella che fu tra le più antiche colonie della Magna Grecia, sino ad arrivare ai giorni nostri. Il destino non esiste: esistono lo scorrere inesorabile del tempo e il susseguirsi degli eventi».

Un prodotto audio- visivo che si avvale dell’attento lavoro filologico e di studio che l’associazione I Cavalieri de li Terre Tarentine porta avanti da svariati anni, vantando competenze rievocative di altissimo livello e collaborazioni con Università e musei. La proiezione sarà preceduta da un momento musicale a cura dell’associazione Musica Historica, che si snoderà su brani medievali fino all’epoca moderna, impreziosita da strumenti riprodotti fedelmente. Sul palco: Fabio Anti (canto, flauti e spinetta) e Davide Manigrasso (citola e liuto attiorbato). Nel corso della serata, spazio anche ai protagonisti del lavoro cinematografico. Sceneggiatura: Vito Maglie, Daisy Petrelli, Danilo Quibrino, Michele Alberto Chironi.

Info e dettagli
Il progetto è stato realizzato con il sostegno del Fondo speciale per la Cultura della regione Puglia e Teatro Pubblico Pugliese, con il patrocinio del comune di Taranto e la collaborazione delle associazioni Timeline e Oasi dei Battendieri. Il costo d’ingresso è di 5 euro e i biglietti si possono acquistare direttamente al botteghino. L’accesso è garantito solo con green pass.