domenica 29 gennaio 2023
stónnə 9°, jé mal tìmbə

Logo

Tempo di lettura: 2 minuti

La grande festa dei giovani

Andrea Chioppa - 18 Novembre 2021

Il prossimo sabato 20 novembre 2021 si celebrerà a Taranto la XXXVI Giornata mondiale della Gioventù, evento vissuto a livello locale ed in contemporanea con tutte le diocesi del mondo. Al centro di questo incontro di associazioni, movimenti e varie realtà giovanili, il protagonismo e la dinamicità dei giovani cattolici nella vita di tutti i giorni. Un invito ad alzarsi e ad essere testimoni a partire dalle proprie comunità – “Alzati! Ti costituisco testimone di quel che hai visto!” – cita così infatti il motto della giornata. L’evento coinvolgerà a pieno la Città Vecchia di Taranto a cominciare dalla prima accoglienza che sarà alle 16:45 presso la chiesa di San Giuseppe. Da lì poi si avvieranno attività di laboratorio per ragazzi e giovani di diverse fasce d’età tra la stessa chiesa di San Giuseppe ed il Santuario della Madonna della Salute. Da questi due luoghi partirà successivamente un pellegrinaggio che condurrà i partecipanti in Cattedrale dove alle 18:45 avrà inizio la veglia di preghiera officiata dall’Arcivescovo Mons. Filippo Santoro.

Nella foto Papa Giovanni Paolo II allo Stadio Iacovone per la festa con i giovani durante la visita a Taranto nel 1989

Quello delle Giornate Mondiali della Gioventù spesso chiamate con la sigla GMG è un incontro internazionale di spiritualità e cultura che dal 1985 raccoglie milioni di giovani cattolici da circa 150 Paesi in una settimana di eventi ed iniziative interamente dedicate a loro. L’appuntamento ricade ogni due o tre anni in una specifica città del mondo scelta volta per volta dal Pontefice stesso, con un grande raduno che avviene secondo modalità consolidate negli anni. La prossima GMG internazionale si svolgerà a Lisbona nel 2023.

A livello diocesano, ogni anno, gli incontri sono organizzati su iniziativa delle vari diocesi di tutto il mondo. Originariamente fissata nella Domenica delle Palme, a partire da quest’anno, per espressa volontà di Papa Francesco ricadrà la domenica tra il 20 ed il 26 novembre, solennità liturgica di Cristo Re.