domenica 5 febbraio 2023
stónnə 6°, ‘u cìələ scúrə

Logo

Tempo di lettura: 2 minuti

40 anni fa si spegneva Marc Poll, il Principe di Taranto

Massimiliano Fina - 11 Gennaio 2022

40 anni fa ci lasciava Marc Poll: era l’11 Gennaio del 1982, quando Amedeo Orolla diceva addio alla sua Taranto. Chiamato così in ricordo della nave (Marco Polo) su cui prestava servizio il padre: il suo soprannome deriva da un’eredità paterna che venne tramandata, appunto, al figlio.

Tra i personaggi più amati della Città dei Due Mari era molto conosciuto per la sua attività di strillone in quanto vendeva per le strade ‘U Panaridde (il giornale) e vendeva buste con al loro interno schedine precompilate. “‘A uè mo’?” (La vuoi ora?) o “‘A uè na’ busta?” (“La vuoi una busta?”), le classiche espressioni utilizzate.

POTREBBE INTERESSARTI >>>>> IL RICORDO DI ITALIA ALMIRANTE MANZINI, DIVA DEL CINEMA MUTO

Marc Poll e il murales

Bastava poco per entrare nei cuori dei tarantini, con il suo modo di porsi al limite tra il grottesco e lo sfacciato… ma sempre con il sorriso stampato in faccia e con la sigaretta in bocca; tanto è vero che alla sua morte il Comune l’ha celebrato con un funerale di primo livello.

A distanza di tantissimi anni dalla sua scomparsa, la figura di Marc Poll resta impressa nei ricordi dei Tarantini e di Taranto (anche per chi in realtà non lo ha mai conosciuto) che gli ha anche dedicato un murales.

POTREBBE INTERESSARTI >>>>> LA VITA DI DONNA PERNICE E I FAMOSI DETTI TARANTINI