domenica 5 febbraio 2023
stónnə 6°, ‘u cìələ scúrə

Logo

Tempo di lettura: 2 minuti

? FOTONOTIZIA – Giochi del Mediterraneo, al via i primi progetti

Lorenzo Ruggieri - 14 Gennaio 2022

I Giochi del Mediterraneo del 2026 sanciscono un’occasione irripetibile per il rilancio della città di Taranto, anche da un punto di vista urbanistico ed architettonico. Il finanziamento di 200 milioni non ha trovato riscontro in Commissione Bilancio del Senato, causando una brusca frenata dei progetti già approvati. Si tratta, però, di una bocciatura tecnica: i fondi verranno infatti stanziati attraverso un altro strumento legislativo.

Tra le modifiche in programma in vista della XX edizione dei Giochi rientrava la trasformazione degli ex Cantieri Tosi in un polo per gli sport acquatici. La struttura è stata in seguito acquistata da un privato, il Gruppo Jolly, il quale ha avviato un’interlocuzione con la Marina Militare per entrare in possesso di materiale fotografico e oggetti di rilevanza storica, dando il via all’allestimento del Museo del Mare. Ad oggi, però, mancherebbero uno studio di fattibilità economico-finanziaria ed una valutazione delle varie potenzialità locali. L’Arsenale potrebbe presto ampliare la superficie espositiva con l’esibizione di reperti archeologici subacquei in un’officina dismessa, creando così un Museo del Mare su più sedi.

Tra i progetti del Comune vi era anche la costruzione di un acquario, inizialmente collocato proprio presso gli ex cantieri Tosi. Con il passaggio dal pubblico al privato, però, la scelta del luogo è ricaduta sulla stazione Torpedine, attualmente di proprietà dell’Autorità di sistema portuale. L’acquario avrebbe dovuto affiancare un centro per gli sport nautici, come vela e canottaggio. Quest’ultima iniziativa ha, però, preso il sopravvento, inducendo il Comune ad abbandonare il progetto “acquario”. Il centro verrà istituito vicino alla Porta Arsenale. Inoltre, sembra ormai consolidato il progetto dello “Stadio del Nuoto” a Torre d’Ayala.

I Giochi del Mediterraneo, dunque, non rappresentano una mera manifestazione sportiva ma una vetrina mondiale per una città in cerca di rilancio sociale, culturale ed economico.

Progetto Stadio del Nuoto
Ex cantieri navali Tosi