lunedì 30 gennaio 2023
stónnə 10°, jé mal tìmbə

Logo

Tempo di lettura: 2 minuti

Piazza Maria Immacolata, il salotto buono di Taranto

Emiliano Fraccica - 20 Marzo 2022

“Chi muore per il libero pensiero onora la patria, appartiene al mondo”. Forse non tutti si sono soffermati su questa frase, nonostante campeggi in uno dei luoghi più frequentati di Taranto. Le parole sono di Giovanni Bovio, ma sono dedicate all’emblema del libero pensiero e del rifiuto di ogni dogmatismo: Giordano Bruno. E si trovano proprio nel “salotto buono” di Taranto, Piazza Maria Immacolata, splendido squarcio tra via D’Aquino e via Di Palma, via Berardi e via Mignogna.

Quello che molti giovani ignorano, ma che invece i più anziani ricordano con nostalgia, è che quella piazza, era intitolata proprio al filosofo nolano arso sul rogo nel 1600, e lo è stato per più di sessant’anni. Era infatti il 1888, e il perno del borgo umbertino ionico divenne Piazza Giordano Bruno. Elegante, luminosa, aerata, questa piazza ha da sempre rappresentato un luogo di incontro per le passeggiate ma anche per manifestazioni e cortei. Ha ospitato, e fortunatamente riprenderà a farlo da quest’anno, i riti della Settimana Santa, momento in cui i tarantini si riconciliano con Taranto.

Le palme al centro della piazza, le fontane, la pavimentazione, tutto fa capire di trovarsi in una città cosmopolita, aperta a più culture. E forse a ciò ha contribuito anche la dedicazione a Bruno.

La piazza però come sappiamo ha cambiato molti nomi. In epoca fascista si scelse di intitolarla all’eroe dell’aviazione Italo Balbo, ma questa parentesi durò poco. Durarono ancora meno, in seguito all’armistizio del ’43, i nomi di Piazza Giustizia e Libertà e Piazza della Conciliazione. Si arrivò a scegliere per la piazza, percorsa a quel tempo anche dai tram, il nome di Maria Immacolata.

Più volte, prima degli anni ’60, sono state sollevate istanze per tornare alla denominazione precedente. Tutto inutile. La Vergine ha continuato e continua a detenere il monopolio di un posto che, vicini o lontani, ci viene subito in mente nei primi secondi in cui pensiamo a Taranto.

TAG: