domenica 5 febbraio 2023
stónnə 6°, ‘u cìələ scúrə

Logo

Tempo di lettura: meno di 1 minuto

Un’artista tarantina protagonista della mostra ‘L’arte nel vento’

Lorenzo Ruggieri - 31 Marzo 2022

“Era un lenzuolo di corredo, del mio corredo, ereditato dalle donne della mia famiglia, di generazione in generazione” si legge in un post dell’artista tarantina Carmìne Antonucci, art director ed insegnante della scuola d’arte Art Inside.

“È sempre stato chiuso in una madia finché non ci ho dipinto su, trasformandolo in una grande tela, in un grande dipinto, ora affisso su uno dei palazzi più belli del mondo. L’arte rigenera, trasforma tutto in grande bellezza”. Il dipinto in questione è esposto nella mostra “L’arte del vento. Le donne ri-generano il mondo”.

In tale esposizione, curata da Cinzia Dicorato in collaborazione con l’associazione Centro Pandora ed il Comune di Padova, si ispira alla tradizione spagnola dell’esposizione delle trapunte sui balconi durante il passaggio delle processioni.

Nell’opera dell’artista savese, infatti, le figure femminili appaiono distanti ed eleganti, come sottolinea la postura delle mani. Esso potrà essere osservato dalle vie del centro storico di Padova, in cui i lenzuoli saranno calati dai balconi.

Così come avviene nel festival spagnolo di Gata de Gorgos, tale novità espressiva favorirà il dialogo intergenerazionale tra i curiosi sui temi di alcune tradizioni che rischiano di estinguersi.