venerdì 23 febbraio 2024
stónnə 14°, jé mal tìmbə

Logo

Tempo di lettura: 2 minuto

Festival Internazionale di Poesia del Mediterraneo a Taranto: ecco i 4 appuntamenti

Redazione IAMTaranto - 17 Settembre 2022

Ultimi appuntamenti per “Primo” Festival Internazionale di Poesia Civile e Contemporanea del Mediterraneo e di Taranto, a conclusione di una stagione ricca di eventi e soddisfazioni.

Il festival, che quest’anno assume il titolo di VII Cielo. Poetry & Experience Sense, in onore di Dante, ha come obiettivo la nostra ascesa alla scala dorata per trovare così un nuovo modo di osservare il mondo e di rinnovarci in qualità di umani attraverso la parola poetica e la sua vis.

“Primo” è organizzato dall’Associazione Contaminazioni.

La direzione è di Tiziana Magrì.

GLI APPUNTAMENTI

  • Domenica 18 settembre, ore 18:00, presso Palazzo Stola (Via Giovanni Paisiello, 44, Taranto) si terranno la presentazione e reading poetico di poesie selezionate da “Battute di arresto” di Julio Pavanetti.

Dialogherà con l’autore Costantino Liaci, scrittore e attivista culturale

Intervento di Gianpaolo Mastropasqua, poeta, psichiatra e Maestro di musica

Patrocinio dell’Ambasciata dell’Uruguay

Julio Pavanetti nasce a Montevideo, in Uruguay, il 27 luglio 1954. Dal 1977 vive in Spagna, dove è migrato a causa complicata situazione sociopolitica derivata dalla dittatura civile-militare.

Pavanetti è poeta, accademico associato dell’American Academy of Modern Literature, direttore del Festival Internazionale di Poesia “Benidorm & Costa Blanca” e della collana di poesia “Azul” di Edizioni Enkuadres.

  • A seguire, alle ore 19:00, si terrà la performance piano-poetico “L’erranza, dieci variazioni sul tema” di e con Anita Piscazzi.

Introduzione a cura di Joanna Kalinowska, poeta, traduttrice e presidente dell’Associazione Amici Italia-Polonia.

L’Erranza <<È un progetto piano poetico che parte dalle dinamiche creative, espressive e musicali della parola poetica che si intreccia con le improvvisazioni pianistiche della stessa autrice. L’erranza è la necessità di un forte cambiamento nella relazione con l’altro, errare significa sbagliare, perdere i punti di riferimento più sicuri. L’uomo è continuamente in cammino anche quando pensa di restare. Dunque, l’erranza non può esistere senza la restanza, aspetti inseparabili della vita che stabiliscono una reciprocità.>>.

Anita Piscazzi è pianista, poetessa e ricercatrice. Si occupa di studi etnomusicologici e didattico-musicali.

  • 30 settembre, 1° e 2 ottobre saranno giornate interamente dedicate alla residenza artistica La cameriera di poesia -una ristorAzione dello spirito di Claudia Fabris-, che recentemente ha anche partecipato a Procida Capitale della Cultura 2022

Poesie in cuffia e portate deliziose per ristorare la mente e il palato.

Le prime due giornate saranno dedicate alla comunità cittadina tutta, quella del 2 ottobre, invece, alle famiglie e ai più piccoli.

TAG: