giovedì 29 febbraio 2024
stónnə 16°, ste’ ‘u sólə

Logo

Tempo di lettura: 4 min.

CruisesNews.es incorona Taranto: “Destinazione da sogno”, il racconto della giornalista spagnola

Redazione IAMTaranto - 6 Ottobre 2022

Taranto è oggi una destinazione nascente e dinamica, punto di partenza per numerosi progetti di crescita, tra cui un nuovo progetto dedicato al turismo crocieristico: lo scrive Laura Seco Bakc giornalista di CruisesNews.es (noto sito spagnolo).

Si tratta di un comune di 200.000 abitanti del sud Italia, in Puglia e dedito principalmente all’industria, seppur con un grande potenziale turistico grazie all’impronta lasciata dal passaggio di varie civiltà e influenze culturali nel corso dei secoli. Taranto è anche la città dei due mari, poiché si trova a cavallo tra il Mar Grande e il Mar Piccolo,  ed è divisa in due parti: la parte di Taranto vecchia (antica), e l’area più moderna. Il centro storico sorge su un isolotto, che è collegato alla zona nuova attraverso due ponti: il Ponte de Piedra e il Ponte Girevole.. Attraverso vicoli e vicoli si giunge alla Cattedrale di San Cataldo, la più antica della Puglia, risalente alla seconda metà del X secolo; alle colonne doriche di piazza Castello, resti del tempio più antico della Magna Grecia; o il Castello d’Aragona che, secondo la tradizione, ispirò le avventure del “Conte di Montecristo”.

Durante la pandemia, Taranto è stato uno dei primi porti italiani a ricevere navi da crociera, nello specifico una delle destinazioni degli itinerari di MSC Crociere, ma in questo periodo è riuscita ad affermarsi come scalo nel sud Italia. Nel 2021 ha già ricevuto la visita di 80.000 passeggeri in 28 scali crocieristici, mentre per il 2022 sono previsti un totale di 54 scali da parte di 9 diverse compagnie di crociera: MSC Crociere, Celebrity Cruises, Marella Cruises, TUI Cruises, P&O Cruises, Noble Caledonia , Phoenix Reisen, Sea Cloud Cruises e Road Scholar.

Così, nel 2022 Taranto supererà la cifra di 130.000 crocieristi, ai quali questa destinazione offre esperienze variegate, come godersi una spiaggia privata (tra i mesi di giugno e settembre), poter fare il bagno nello Ionio; Conosci il passato greco e romano di questa destinazione con una visita a un tempio dorico, alla necropoli greco-romana, alle cattedrali o ai castelli. E godere di una gastronomia varia e ampia, essendo anche una zona di vigneti e ulivi, con grande qualità nei suoi vini e oli.

E per conoscere a fondo questa sfaccettatura gastronomica del territorio, grazie al Porto di Taranto, abbiamo potuto vivere l’esperienza in prima persona, partecipando alla quarta edizione dell’EGO Festival, dove la gastronomia pugliese è il protagonista. Inoltre, quest’anno e come occasione speciale, la città di Taranto ha ospitato l’“EGO Festival feat. Dinner Incredible”, fusione del noto festival con una serie televisiva per Discovery+, che prevede un’immersione totale nella cultura enogastronomica della regione Puglia, attraverso l’arrivo di 12 famosi chef di prestigio mondiale da diverse localitàdal mondo, che scoprono gli ingredienti, la storia, l’identità gastronomica e le tradizioni del territorio e preparano un menù con ingredienti del territorio. Dal pane al vino, dall’olio alla pasta fresca, dalle tipiche cozze alle spezie, tutto ciò che il paniere pugliese può presentare come prodotto autoctono, autentico e distintivo.

In questo modo, accompagnando gli chef, abbiamo conosciuto mete come Laterza, visitando una masseria dove abbiamo scoperto la produzione di formaggi come la mozzarella o la scamorza; un panificio artigianale con più di tre generazioni di esperti fornai,dove si fa un pane tipico della zona, grazie ad una pasta madre che si alimenta quotidianamente da oltre 35 anni; oppure una macelleria dove vengono preparate e degustate diverse preparazioni a base di carne e prodotti di frattaglie in un forno con fuoco a base di tralci di vite.

Visitiamo anche Martina Franca, città barocca dove si trovano la cattedrale dedicata a San Martino e palazzi notevoli; e Alberobello, famosa per i  trulli, costruzioni in pietra rifinite con tetto conico, dichiarate Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

Abbiamo anche visitato alcuni vigneti della zona, dove impariamo a conoscere i diversi tipi di uve e la loro trasformazione in vini prelibati; e un campo di ulivi dove partecipiamo ad una degustazione. Abbiamo provato pane, vino, oli, formaggi, cozze, spezie epiatti tipici del sud Italia, vivendo esperienze incredibili come la preparazione della burrata, degustazioni di vino e olio e forni dove si fanno le focacce, o dove si cucinano piatti tipici. In un’era tecnologica per eccellenza, questo tipo di esperienze incredibili sono oggi molto apprezzate, incluse come opzioni per i crocieristi, con escursioni che combinano visite culturali e monumentali nelle diverse località della regione Puglia, aggiungendo anche un maggiore legame con la destinazione con la partecipazione a laboratori o masterclass di prodotti tipici, gastronomici o artigianali. Esperienze autentiche che, anche se te le raccontano, anche se le guardi online o le leggi in un libro, non potrai mai provarle se non sei lì a vedere, annusare, toccare, assaporare e assaporare .

E abbiamo visitato anche la MSC Splendida attraccata al Porto di Taranto, che prevede uno scalo di 12 ore in questa destinazione ogni settimana dallo scorso aprile a novembre 2022, nel suo itinerario di 8 giorni da Marsiglia, con possibilità di imbarco per gli ospiti in questo porto italiano. L’itinerario prevede anche visite a destinazioni come Genova, Civitavecchia o Siracusa.

L’MSC Splendida, con una capacità di 4.363 passeggeri, offre un’ampia varietà diristoranti, bar e lounge; dispone inoltre di quattro piscine, una palestra completamente attrezzata e una lussuosa spa; attività e strutture per la famiglia, nonché la sua esclusiva area MSC Yacht Club, con 71 suite spaziose e servizio di maggiordomo personalizzato 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Taranto ha molto da offrire e ha appena iniziato a mostrare il suo potenziale turistico per viaggiare in generale e il settore crocieristico in particolare, con un significativo aumento delle scale previsto per il 2023 e un’ampia varietà di esperienze a disposizione dei suoi ospiti che includono visite a musei e monumenti, paesaggi naturali e la possibilità di partecipare alla loro cultura, gastronomia e tradizioni popolari.

TAG: