mercoledì 28 febbraio 2024
stónnə 14°, jé mal tìmbə

Logo

Tempo di lettura: 3 minuto

Teatro Fusco, presentata la stagione teatrale: da Claudio Bisio a Lino Guanciale, ecco quando

Redazione IAMTaranto - 29 Settembre 2023

Grandi produzioni, testi e autori classici, teatro contemporaneo, danza, comicità. La nuova stagione teatrale del Fusco, voluta dal Comune di Taranto e organizzata insieme al Teatro Pubblico Pugliese, si presenta al pubblico pronta all’avvio il 15 e 16 novembre prossimi. In tutto undici spettacoli da novembre ad aprile, di cui nove in abbonamento ed uno a scelta.

15-16 novembre apre la stagione uno tra gli attori attualmente più amati dal grande pubblico, Lino Guanciale (il Commissario Ricciardi in tv ma con una grande carriera e collaborazioni in teatro, da Gigi Proietti a Luca Ronconi), che con Francesco Montanari sarà impegnato in una produzione Fondazione Teatro di Napoli – Teatro Bellini, LVF, Teatro Manini di Narni, il testo e la regia di Davide Sacco: L’Uomo più crudele del mondo, un thriller psicologico sul senso della giustizia e la morale.
Il 25 e 26 novembre Geppy Gleijeses, Lorenzo Gleijeses, Uomo e Galantuomo, regia di Armando Pugliese (GITIESSE Artisti Riuniti / Teatro della Toscana), con la partecipazione di Ernesto Mahieux. Il primo testo in tre atti di Eduardo dal meccanismo comico straordinario, basato sulla storia di una compagnia di guitti scritturati per una serie di recite in uno stabilimento balneare.
A dicembre, il 5 e il 6, una commedia di straordinaria forza emotiva con protagonisti due grandi attori del nostro panorama, Giorgio Colangeli (lo ricordiamo in TV in Tutto può succedere, Nastro d’argento come miglior attore non protagonista per il film La cena (1998) di Ettore Scola e David di Donatello nel film L’aria salata (2006) di Alessandro Angelini) e Mariano Rigillo (signore del teatro e sceneggiati tv) per raccontare il complesso rapporto tra Ratzinger e Bergoglio: I due Papi, regia di Giancarlo Nicoletti (Goldenart Production, Viola Produzioni, Altra Scena, I due della città del sole).
Il 16 e il 17 gennaio Arturo Cirillo riporta in scena Ferdinando, indiscusso capolavoro della drammaturgia del commediografo e regista napoletano Annibale Ruccello, in una produzione Marche Teatro, Teatro Metastasio di Prato, Fondazione Teatro di Napoli – Teatro Bellini.
Il 24 e 25 gennaio Monica Guerritore, Claudio Casadio, Ginger e Fred, di Federico Fellini, adattamento e regia Monica Guerritore (Teatro della Toscana – Società per Attori, Accademia Perduta Romagna Teatri).
Si prosegue il 27 gennaio in matinèe per le scuole e in serale a scelta in abbonamento con Uno&Trio, Antonella Carone, Tony Marzolla, Loris Leoci: Tanto vale divertirsi, regia e interpretazione di Antonella Carone, Tony Marzolla e Loris Leoci, un surreale omaggio alla comicità del ‘900 tra vaudeville, teatro comico futurista, kabarett, avanspettacolo, rivista, umorismo yiddish.
Il 3 e il 4 febbraio Gitiesse – artisti riuniti si propongono con un tris attoriale d’oro: Milena Vukotic, Pino Micol, Gianluca Ferrato, Così è (se vi pare), di Luigi Pirandello, per la regia di Geppy Gleijeses. Dramma del 1917, è fra i lavori più spregiudicati di Pirandello “di un’originalità che grida, per l’audacia straordinaria della situazione” lo definì lo stesso autore, che lo riteneva “la miglior cosa che io abbia fatto finora”.
Il teatrodanza il 16 febbraio 2024 in matinèe per le scuole e in serale a scelta in abbonamento con Resextensa e la sua Antigone Opera Rock, spettacolo ispirato alla tragedia di Sofocle, coreografie e movimenti di scena di Elisa Barucchieri, la regia, le scene e i costumi di Enzo Toma.
Il 27 e il 28 febbraio arriva il Teatro Nazionale di Genova con Claudio Bisio, La mia vita raccontata male, per la regia di Giorgio Gallione, da Francesco Piccolo (romanziere Premio Strega), un melologo, armonia sostenuta dalle parole, esistenziale e intenso.
Il 12 e 13 marzo, Giuliana De Sio, Alessandro Haber, La signora del martedì, regia Pierpaolo Sepe (Gli Ipocriti – Melina Balsamo, Teatro della Toscana – Teatro Nazionale) e con Paolo Sassanelli, Riccardo Festa, Paolo Persi.
Ultimo spettacolo il 4 e il 5 aprile 2024, Malalingua con Il colloquio, produzione made in Puglia di Marco Grossi, con Giuseppe Scoditti, Fabrizio Lombardo, Alessandra Mortelliti, William Volpicella, Valentina Gadaleta, Marco Grossi, Alessandro Anglani e Augusto Masiello. Spettacolo di denuncia sociale sulla liquidità del rapporto tra uomo e lavoro, sull’aumento della competitività come elemento propulsore di alterazioni emotive e comportamentali.

I biglietti della stagione teatrale di prosa saranno messi in vendita dal 31 ottobre 2023 presso il botteghino del Teatro Fusco, punti vendita Vivaticket e online su www.vivaticket.it
Il botteghino del Teatro Fusco sarà aperto dal martedì al venerdì dalle ore 10 alle 13 e dalle ore 16 alle 19.

TAG: