giovedì 30 maggio 2024
stónnə 23°, ste’ ‘u sólə

Logo

Tempo di lettura: < 1 min.

Il ricordo di Giovanni Cugini… tra le opere straordinarie della città dei due mari

Redazione IAMTaranto - 25 Novembre 2023

Fin dalla metà del 1800 si manifestò la necessità di dotare la nazione di basi navali e fu proprio il senatore tarantino Cataldo Nitti a sostenere fortemente la progettazione della realizzazione di una base navale a Taranto. La Commissione Nazionale diede incarico al Capitano di Fregata Simone Antonio Pacoret De Saint- Bon di stilare un programma di opere da costruire a Taranto. Della sua idea di base navale non se ne fece nulla, troppo grandiosa per quei tempi e la progettazione fu poi affidata al Generale Domenico Chiodo. La nascita dell’Arsenale si concretizzò con la legge del 29 Giugno 1882, n. 833 e per questo fu istituita la Direzione straordinaria per i lavori militari marittimi della Regia Marina.

Il 2 settembre 1882 giunse a Taranto il Maggiore del Genio Militare Giovanni Cugini, proveniente da Venezia, a ricoprire l’incarico di direttore e vi rimase sino al 1893, promosso prima Tenente Colonnello e poi Colonnello. L’Ufficiale compì tutte le operazioni indispensabili di delimitazione e di esproprio delle aree affinché partissero i lavori rapidamente e si occupò anche dei lavori al Canale Navigabile, per
la successiva messa in opera del Ponte Girevole. L’opera simbolo di Taranto, la città dei due mari, fu inaugurata il 22 Maggio 1887 dal Ministro Ammiraglio Acton. Giovanni Cugini ha seguito i lavori di due imprese notevoli che hanno segnato la storia della Città, ecco perché gli è stata intitolata una via che costeggia proprio il muraglione dell’Arsenale e che sfocia in via Magnaghi.

TAG: