sabato 25 maggio 2024
stónnə 22°, ste’ chióvə

Logo

Tempo di lettura: < 1 min.

“Tutto Scorre”: esposizione artistica presso la Galleria del Castello Aragonese, ecco quando visitarla

Redazione IAMTaranto - 18 Marzo 2024

Una convergenza di idee, contenuti e simboli caratterizza l’incontro artistico tra Massimo Carriero e Antonello Cafagna, rispettivamente scultore e documentarista. “Tutto scorre” è il nome della mostra ed è il risultato di una sintesi tra scultura, incisione e fotografia; un incrocio intermediale tra il simbolismo di Carriero e il realismo reportagistico di Cafagna.

L’uomo in qualità di essere umano, oggetto unico senza distinzioni, componente e al tempo stesso elemento chiave dell’umanità, questo il punto di partenza della ricerca di Massimo Carriero; l’indagine sul “microcosmo uomo”. Lo scultore dice di sé «da sempre, mi affascina cercare le “ragioni” che uniscono gli uomini di razze e culture diverse, analizzandone gli aspetti simili e le differenze sociali, culturali e religiose». La sua propensione a considerare l’essere umano come una scala i cui pioli rappresentano l’idea evolutiva, la salita, genera una significazione simbolica negli assi della croce in cui la linea
orizzontale rappresenta la vita biologica e la verticale la vita spirituale.

Da questa concezione di rappresentazione scaturisce l’incontro con Antonello Cafagna, documentarista, che si avvale tanto dell’audiovisivo quanto della fotografia. Nei suoi scatti l’individuo in relazione ai riti della Settimana Santa tarantina, fedele, penitente o semplicemente curioso, immerso in un contesto spirituale codificato a mezzo dei vari simboli caratterizzanti delle processioni. Tempo e spirito convergono, generazioni diverse s’incontrano in una comune dimensione spirituale che si materializza nella concentrazione degli sguardi, nel silenzio e nel rispetto per ciò che in quelle ore “scorre” dinnanzi ai loro occhi, scorre come ogni cosa scandita dal tempo. Tutto scorre.

TAG: