sabato 25 maggio 2024
stónnə 22°, jé mal tìmbə

Logo

Tempo di lettura: 2 min.

A Taranto un’area verde in ricordo del fondatore dell’Ippodromo Paolo VI

Redazione IAMTaranto - 15 Aprile 2024

Lo ha reso ufficiale, attraverso un’apposita delibera di Giunta, il Comune di Taranto, che ha così accolto l’istanza che, fra le altre, era stata avanzata in tal senso da Confindustria Taranto, al fine di rendere omaggio a quelle figure imprenditoriali che sul territorio hanno lasciato il segno, in termini di idee, progettualità, contributi alla crescita del tessuto cittadino.

“È un giorno importante per noi”, queste le parole piene di felicità di Milva Carelli, primogenita dell’imprenditore, che prosegue “in data 12 aprile la città che tanto hai amato ti dedica uno spazio che sarà denominato I Giardini Donato Carelli. I miei più sentiti ringraziamenti vanno a Confindustria Taranto che ha proposto, al Comune e alla prefettura di Taranto per aver consentito la realizzazione di questo sogno e poi – conclude – nel quartiere Paolo Sesto …niente accade per caso”.

“Questa intitolazione ci riempie di orgoglio – ha dichiarato il presidente di Confindustria Taranto, Salvatore Toma – perché rappresenta un tributo importante della città nei confronti di una figura che all’associazione degli industriali e a tutto il territorio jonico ha dato tanto. Ringraziamo vivamente il sindaco Rinaldo Melucci e la sua Giunta per la sensibilità dimostrata nell’aver accolto l’istanza a suo tempo da noi avanzata e formuliamo le nostre più calorose felicitazioni a Milva, Anita e a tutta la famiglia Carelli, in attesa di una prossima inaugurazione che ci vedrà entusiasticamente partecipi”.

Donato Carelli, scomparso a maggio del 2012, Presidente di Confindustria Taranto – allora Assindustria – dal dicembre del 1987 a giugno del 1992, è stato fondatore dell’Ippodromo Paolo VI di Taranto e presidente del Taranto Calcio. Imprenditore edile e metalmeccanico, è stato, fra i vari incarichi, presidente della Sifj SpA, della Siderman Srl e della Siderurgica Meridionale Sud Srl, oltre che amministratore dell’impresa a lui stesso intitolata. Importante è stato il suo ruolo nell’ambito dell’emittenza televisiva locale, che ha contributo a rendere centrale nel panorama dell’informazione attraverso l’affermazione della storica emittente Videolevante. È stato insignito di molteplici riconoscimenti per l’opera svolta sul territorio. Fra le onorificenze al merito della Repubblica Italiana, nel 1980, la Stella d’Oro dell’Operosità e nel 1983 Cavaliere del Lavoro.
L’area attrezzata a verde che porterà il suo nome è posta fra via La Torre, viale Cannata e la stazione di servizio Eni, nel quartiere Paolo VI.

TAG: