sabato 25 maggio 2024
stónnə 22°, ‘u cìələ scúrə

Logo

Tempo di lettura: 2 min.

Giornata Mondiale del Fiore: l’iniziativa del MArTA

Redazione IAMTaranto - 16 Aprile 2024

Con l’obiettivo di trasmettere ai piccoli visitatori del Museo Archeologico Nazionale di Taranto il legame dell’uomo con la natura, andremo alla scoperta dei reperti che, tra miti e leggende ci permetteranno di comprendere il significato simbolico dei fiori e delle piante nel mondo antico.

Durante la visita tematica sensoriale apprenderemo che ad ogni divinità dell’Olimpo era consacrata una pianta: a Zeus la quercia, ad Apollo l’alloro, ad Atena l’ulivo, a Dioniso la vite.

Nel mondo greco e romano i fiori e le piante erano presenti nei vari momenti della vita dell’uomo, dal simposio alle competizioni agonistiche, dal rituale religioso a quello funerario, dall’uso in ambito terapeutico e cosmetico all’esaltazione della vanità. Lungo il percorso potremo ammirare sui crateri di Ceglie del Campo foglie di edera, pampini di vite e fiori di papavero, l’orecchino a navicella, il diadema di Canosa, le corone funerarie in oro decorate con motivi floreali. I ragazzi, bendati, con il solo senso dell’olfatto proveranno a riconoscere le piante aromatiche e gli oli profumati (aromata) e durante un laboratorio creativo realizzeranno coroncine di fiori e foglie traendo ispirazione dai reperti osservati.

L’esperienza, dalla durata di circa un’ora e mezza, è riservata ai bambini dai 6 ai 12 anni (accompagnati da un adulto), fino ad un massimo di 15 partecipanti. L’attività sarà gratuita per i bambini, mentre il costo del biglietto di ingresso al museo per gli accompagnatori sarà di 10 euro, salvo le gratuità o le riduzioni previste dalla legge e dalle convenzioni.

20 aprile – ore 17:30: 𝑰𝒍 𝒎𝒐𝒏𝒅𝒐 𝒗𝒆𝒈𝒆𝒕𝒂𝒍𝒆 𝒂𝒕𝒕𝒓𝒂𝒗𝒆𝒓𝒔𝒐 𝒍’𝒊𝒄𝒐𝒏𝒐𝒈𝒓𝒂𝒇𝒊𝒂

Sabato 20 aprile si svolgerà una visita tematica dal titolo “Il mondo vegetale attraverso l’iconografia”. Una passeggiata nelle sale del MArTA dove la Natura, nella sua rappresentazione figurativa del mondo vegetale, sarà protagonista e darà spunto per diversi approfondimenti culturali, di uso e costume: l’alimentazione, le pratiche agricole, il simposio e i rituali. Il tutto attraverso la collezione del Museo, in un ampio arco cronologico dalla Preistoria al Medioevo.

L’attività è compresa nel biglietto di ingresso al museo al costo di 10 euro, salvo le gratuità o le riduzioni previste dalla legge e dalle convenzioni. Durata un’ora e mezza, sino ad un massimo di 25 persone.

TAG: