lunedì 17 giugno 2024
stónnə 30°, ste’ ‘u sólə

Logo

Tempo di lettura: 8 min.

Svelati gli undici atleti tarantini del “Premio Delphis d’Oro per lo Sport” 2024

Redazione IAMTaranto - 5 Giugno 2024

È stata soprattutto una grande festa che ha visto riunite 40 associazioni sportive del territorio in una singolare location, il parcheggio sopraelevato del Centro commerciale “Porte dello Jonio” gestito da Nhood, per la prima edizione del “Premio Delphis d’Oro per lo Sport”, la nuova iniziativa organizzata da Taranto25, il network tra oltre 70 tra aziende, professionisti e associazioni del territorio, e il Centro Commerciale “Porte dello Jonio” gestito da Nhood.

La manifestazione, che ha visto riunite oltre 1.200 persone tra atleti, dirigenti, coach e famiglie, ha goduto del patrocinio del CONI, è intervento il Delegato Provinciale Michelangelo Giusti che ha avuto parole di vivo apprezzamento per questa nuova iniziativa di Taranto 25 a favore dello sport locale.

Partner della manifestazione sono stati Mc Donald, che ha donato 900 bottiglie d’acqua per i partecipanti, e Decathlon che ha messo a disposizione GiftCard per i premiati; media partner Radio Cittadella e TST.

L’evento è stato aperto dal defilamento delle 40 società sportive che hanno sottoscritto un protocollo di partnership con Taranto 25, le cui rappresentanze di atleti sono giunte con in testa l’alfiere recante la “Bandiera sociale”, analogamente a quanto avviene nella cerimonia inaugurale dei giochi olimpici, creando un colpo d’occhio straordinario!

La premiazione, presentata dal giornalista Matteo Schinaia, è proseguita con i saluti istituzionali aperti da Mauro Tatulli, Direttore del Centro commerciale “Porte dello Jonio” gestito da Nhood, il quale ha detto che «organizzare attività significative come questa presso Porte dello Jonio di Nhood, è per noi motivo di grande soddisfazione, poiché ci avvicina sempre di più al cuore del territorio che ci impegniamo a sostenere ogni giorno. Le persone sono il fulcro di tutto ciò che facciamo. Il nostro obiettivo principale è generare un impatto positivo, offrendo ai nostri clienti l’opportunità di entrare in un luogo tradizionalmente dedicato allo shopping e trasformarlo in uno spazio dinamico in grado di generare valore per la comunità».

Il vicesindaco e assessore allo Sport Gianni Azzaro, presenti nel parterre l’Assessore all’Ambiente Stefania Fornaro e il presidente di Kyma Ambiente Giampiero Mancarelli, ha poi rinnovato l’apprezzamento dell’Amministrazione Melucci nei confronti di Taranto 25, un esempio di comunità coesa e impegnata a costruire una nuova Taranto basata, in questo caso, sui valori positivi che questo premio promuove soprattutto tra i nostri giovani.

Fabio Tagarelli, presidente di Taranto 25, ha invece spiegato che «abbiamo creato il premio “Delphis d’Oro” per celebrare e promuovere l’eccellenza sportiva in tutte le sue forme, riconoscendo il contributo degli atleti e delle società sportive al progresso e alla diffusione dei valori sportivi nella nostra comunità».

Prima degli altri interventi la manifestazione ha riservato una sorpresa sul palco: Mauro Tatulli è stato nominato “socio onorario” di Taranto 25 con la consegna di una targa da parte del Presidente Fabio Tagarelli e del socio fondatore Pierfilippo Marcoleoni, momento che sugella una collaborazione sinergica che negli anni è andata ben oltre il protocollo di intesa sottoscritto tra Taranto 25 e il Centro commerciale “Porte dello Jonio” gestito da Nhood.

Angelo Vozza, presidente emerito di Taranto 25, intervenuto in rappresentanza del Panathlon Taranto Principato, ha poi rimarcato come questo premio intende onorare campioni sportivi distinti per il loro talento e impegno, con una particolare attenzione a quelli del territorio, annunciando che di lì a poco sarebbero stati assegnati otto “Delphis d’Oro”, una borsa di studio e un premio alla carriera.

Vittorio Pollazon, presidente della Jonian Dolphin Conservation, l’associazione di ricerca scientifica impegnata nello studio e nella tutela dei cetacei, ha spiegato che il premio “Delphis d’Oro” prende il nome dal Delphinus delphis, o delfino comune, una specie in via d’estinzione caratterizzato da una pigmentazione dorata sui fianchi, simbolo di rarità e bellezza.

Un momento particolarmente suggestivo: la testimonianza del nuotatore tarantino Marco D’Aniello che cinque anni addietro ha conquistato il record italiano assoluto nella categoria Juniores 50 metri stile libero ai Campionati Nazionali della FISDIR (Federazione Italiana Sport Paralimpici degli Intellettivo Relazionali), la cui storia speciale è diventata il libro “Il mio tuffo nei sogni”, che nel suo intervento ha rivolto parole di speranza e incoraggiamento ai giovani atleti spiegando quali sono state le motivazioni interiori che l’hanno portato a raggiungere i suoi straordinari successi.

Marcello De Pace, direttore Taranto 25, introducendo il momento delle premiazioni, ha illustrato i criteri di selezione applicati nella individuazione dei premiati del “Delphis d’Oro per lo sport” 2024 che «includono resilienza, valorizzazione degli sport minori, profitto scolastico, merito sportivo, parità di genere, impegno sociale e carriera sportiva».

Ogni premio è stato consegnato da soci di Taranto 25 che, oltre a illustrare la motivazione, si sono poi intrattenuti con l’atleta premiato accompagnato dal presidente della società di appartenenza.

Nicola Monfredi, Responsabile Area Sport Taranto 25, ha premiato Claudia Lippo, Società L’amico Cras, per la disciplina Atletica Leggera, mentre per il calcio Fabio Polito, insieme a e Gianluca Bottiglione, calciatore della Serie A2 Elite di calcio a 5 della New Taranto Calcio a 5, ha consegnato il premio alla calciatrice Francesca Novellino, Società Sparta Taranto; Marilena Battista e Antonio Mallardi hanno poi premiato la karateka Maria Vitale, Società Action Karate Academy, mentre per il Volley Antonio Di Giuseppe ha consegnato il premio a Michelle Ungaro, Società Ideal Talsano.

Augusto Quaranta ha premiato Francesca Lanzillotta, Società Feder Club Taranto, per la disciplina Pattinaggio, Fabio Polito, ha premiato Claudia Postiglione, Società Sup Academy Taranto, per la disciplina Sup; per il Baseball Monica Egitto ha premiato Rahat Ali’, Società Tritons Baseball, mentre Giovanni Patronelli ha consegnato il premio per la disciplina Boxe a Vincenzo Carparelli, Società Quero Chiloiro.

La borsa di studio, denominata “Premio Leonida – Delphis d’Oro” è stato consegnata da Fabio Tagarelli e Pierfrancesco Fanelli al giovanissimo Marco Loperfido che ha fatto il suo ingresso guidando il suo kart, mentre Giovanni Patronelli ha consegnato il Premio Speciale Fair Play a William Venza, Società Club Scherma Taranto, Disciplina Scherma, e infine, il Premio Speciale alla Carriera è stato assegnato dai rappresentanti della famiglia Soprano alla nuotatrice Marina Baso.

MOTIVAZIONI PREMIO “DELPHIS D’ORO PER LO SPORT” 2024

Marco Loperfido è il premio “Leonida” Delphis d’Oro per lo sport 2024.  Un tributo alla sua straordinaria dedizione e passione. A soli 8 anni, Marco ha intrapreso con determinazione la carriera di pilota, seguendo le orme del padre nei Kart. La sua precisione e convinzione sono eccezionali per la sua età, rendendolo un esempio ispiratore per i giovani sportivi. Studia i circuiti con meticolosità e impara dai grandi campioni, dimostrando una maturità e una determinazione degne di un campione affermato. Marco incarna i valori dello sport, rendendolo un candidato ideale per questo prestigioso riconoscimento.

Premio alla carriera a Baso Marina, un’atleta straordinaria con disabilità intellettiva che, all’età di 58 anni, ha concluso il suo percorso sportivo al Campionato Italiano di Nuoto di Torino lo scorso 26 maggio. Marina ha dimostrato in tutti questi anni quanto lo sport possa arricchire il corpo e lo spirito, superando ogni barriera con impegno e dedizione. Plurimedagliata a livello internazionale e nazionale, ha ispirato tutti i suoi compagni di squadra con la sua forza e il suo coraggio. Marina è un simbolo di integrazione, inclusione e determinazione, incarnando il vero spirito sportivo per oltre quattro decenni. Il premio Delphis d’Oro alla carriera 2024 è il riconoscimento di Taranto 25 per la sua straordinaria carriera e il suo contributo ineguagliabile al mondo dello sport.

William Venza incarna l’anima dello sport con la sua dedizione e talento straordinari. Le sue imprese, dalla medaglia d’oro al Master Nazionale di Cosenza alla conferma come capitano nel Campionato Italiano a squadre, ispirano e commuovono. Il suo impegno nel promuovere la scherma nelle scuole dimostra una passione contagiosa per lo sport e per la formazione delle giovani menti. Come tecnico di primo livello e collaboratore instancabile nella sua società sportiva, William non solo eccelle nell’arena competitiva, ma anche nel trasmettere conoscenza e passione ad altri. Il Premio Delphis d’Oro per lo sport 2024 trova in lui un indiscutibile campione e ambasciatore.

Claudia Lippo incarna la passione, la perseveranza e l’eccellenza nello sport. La sua dedizione incrollabile l’ha portata a diventare campionessa italiana di giavellotto con una misura straordinaria di 47,31 metri. Oltre alla sua abilità atletica, Claudia ispira con la sua determinazione a superare ogni ostacolo. Il suo impegno incarna lo spirito dello sport, trascendendo confini e ispirando generazioni. Premiarla con il Delphis d’Oro per lo sport 2024 è un tributo meritato alla sua straordinaria carriera e al suo impatto duraturo nel mondo dello sport italiano.

Rahat Alì è premio Delphis d’Oro per lo sport 2024 poiché testimonianza vibrante di resilienza e passione. Giunto in Italia dal Pakistan, ha superato barriere linguistiche e sociali per abbracciare il baseball, trasformando ogni game in un tributo alla sua patria. Nonostante gli ostacoli, ha dimostrato un impegno straordinario, viaggiando ogni giorno per 50 minuti in autobus per raggiungere la palestra. Durante il Ramadan, ha condiviso con i compagni di squadra le sue tradizioni, promuovendo comprensione e rispetto reciproco. Rahat Alì incarna tantissimi valori dello sport e il Delphis d’Oro gli viene conferitp per il suo spirito indomabile e la sua capacità di unire culture attraverso il gioco.

Vitale Maria incarna i valori di dedizione, passione e spirito sportivo. Il suo straordinario palmares, con cinque titoli regionali e medaglie ai campionati nazionali, testimonia il suo talento eccezionale. Ogni giorno, Maria ispira i più giovani e i suoi genitori, dimostrando che l’impegno e la perseveranza portano a grandi risultati. Rappresentante indiscussa della Puglia nel karate, è l’unica atleta pugliese nella top 10 nazionale. La sua leadership e il suo esempio rendono Maria una vera campionessa dentro e fuori dal tatami.

Michelle Ungaro, classe 2005, è una stella nascente dello sport italiano che merita il riconoscimento del premio Delphis d’Oro per lo sport 2024. Fin dai primi successi come campionessa provinciale under 13 con l’Ideal Talsano, Michelle ha dimostrato talento e dedizione. La sua carriera è costellata di trionfi: dall’esordio in serie C alla partecipazione al Trofeo delle Regioni, al trasferimento nel Veneto dove ha conquistato il primo posto al Torneo Bussinello. Con il Cutrofiano, ha brillato nei campionati provinciali, regionali e interregionali. La sua determinazione l’ha portata a successi anche in Friuli Venezia Giulia e di nuovo in Puglia, sempre protagonista di campionati nazionali. Michelle incarna la passione e lo spirito sportivo che questo premio intende celebrare.

Francesca L. con il Premio “Delfino d’Oro” 2024. Nonostante la sua giovane età, Francesca ha già dimostrato una determinazione straordinaria e una forza d’animo rara. A soli nove anni, dopo aver superato un importante problema di salute, ha trionfato in numerose competizioni regionali di pattinaggio, diventando un esempio di resilienza e passione. Francesca non è solo una campionessa sul campo, ma anche un faro di speranza per tutti i giovani che affrontano sfide sanitarie. La sua storia ci insegna che con coraggio e dedizione, ogni ostacolo può essere superato. Siamo fieri di avere Francesca come atleta e nostra delfina d’oro!

Vincenzo Carparelli, nato a Taranto il 23 novembre 2008, vince il premio Delphis d’Oro per lo sport 2024 non solo per i suoi risultati agonistici, ma per la straordinaria maturità e resilienza dimostrate nonostante la sua giovane età e il difficile vissuto. Dopo aver affrontato difficoltà per molti insuperabili, Vincenzo ha trovato nella palestra un rifugio, rinascendo come atleta e leader. In soli cinque mesi dalla ripresa degli allenamenti ha vinto il Criterium Giovanile Regionale, il Torneo Nazionale Sparring-io e la Coppa Italia Giovanile, divenendo un’ispirazione per i giovani della sua comunità. Oggi, con 11 vittorie su 16 match e numerosi titoli, Vincenzo non è solo un pugile di talento, ma anche un mentore per i più piccoli, promuovendo disciplina e correttezza. La sua dedizione e il suo coraggio lo rendono un degno esempio per questo prestigioso riconoscimento.

Claudia Postiglione, a soli 15 anni, ha dimostrato un impegno e una dedizione straordinari nello sport del SUP, iniziando la sua avventura nell’estate del 2020. In soli tre anni, Claudia ha raggiunto risultati eccezionali, conquistando due medaglie d’oro juniores nelle specialità technical e long distance al Campionato del Mondo SUP ICF 2023 a Pattaya, contribuendo in modo decisivo al successo del team azzurro. Campionessa dentro e fuori dalle competizioni, Claudia eccelle anche negli studi presso il liceo Archita, con voti eccellenti e massima valutazione in condotta. Sponsorizzata da importanti brand del settore, rappresenterà l’Italia ai prossimi Campionati Europei e Mondiali con il grande orgoglio di indossare la maglia azzurra. Per queste ragioni, Claudia merita pienamente il premio Delphis d’Oro per lo sport 2024.

Francesca Novellino: nata e cresciuta in città vecchia, Francesca è una giovane promessa del calcio, che ha coltivato la sua passione sin da piccola. Nonostante le sfide e i pregiudizi, ha dimostrato una determinazione incrollabile, supportata da una famiglia e amici che non l’hanno mai abbandonata. In sei anni di allenamenti, non ha mai saltato una sessione, incarnando i valori di lealtà, sacrificio e rinuncia. Francesca è un esempio per i suoi compagni, e siamo certi che un giorno raggiungerà grandi traguardi. Il Delphis d’Oro è il simbolo del tuo sognare in grande e soprattutto a occhi aperti, perché il tuo futuro è luminoso e noi crediamo in te!

TAG: