sabato 25 maggio 2024
stónnə 19°, jé mal tìmbə

Logo

Tempo di lettura: < 1 min.

Dall’acciaio alle api: un tarantino ex Ilva risorge con l’apicoltura – GDM

Lorenzo Ruggieri - 20 Febbraio 2022

Ilva e ambiente, api e acciaio. Due ossimori che ricalcano la svolta di Agostino Lamanna, apicoltore originario di Castellaneta. Una metamorfosi kafkiana dettata inizialmente dalla necessità di sfamare la propria famiglia e divenuta una vera e propria passione.

Agostino ha raccontato la sua storia alla Gazzetta del Mezzogiorno: “All’ILVA ero nel laboratorio tecnologico e l’impiego mi piaceva” ha ammesso: “ma nel 2018, dopo dieci anni di Cassaintegrazione, tramite una mail mi comunicano che, insieme a tanti altri, non sarei rientrato tra i dipendenti assorbiti da Arcelor Mittal”. Un bivio dantesco giunto alla soglia dei 40 anni: “Nei primi minuti restai impietrito ma decisi di provare a vivere con semplicità in un mondo in cui tutti corrono”.

Agostino, però, ha subito cercato una strada alternativa, del tutto opposta rispetto al suo impiego precedente: “Sono sempre stato appassionato di natura ma, quando nel 2015 un mio amico mi segnaló un corso di apicoltura a Castellaneta Marina, non ne fui subito colpito. In seguito scelsi di parteciparvi e rimasi subito affascinato da questo mondo”. Da passione a professione, passando per studio e intraprendenza. Così, dopo aver seguito corsi di formazione tecnici con apicoltori di altre regioni, Agostino ha scelto di mettersi in proprio producendo polline, propoli, cera d’api e, ovviamente, miele: tutto prodotto sotto il marchio Apicoltura Biologica Dolcemiele. La vendita avviene a domicilio ma tra i progetti di Agostino vi è l’apertura di un punto vendita aperto anche ai visitatori. Il tutto avallato dalla famiglia: “Mia moglie ed i miei figli mi hanno supportato fin da subito e anche mio padre, nonostante una vita da operaio, mi ha sostenuto”. Una storia di coraggio e dedizione che rappresenta un esempio da seguire per coloro i quali intendono dare una svolta alla propria vita, professionale e non.

TAG: