venerdì 23 febbraio 2024
stónnə 14°, jé mal tìmbə

Logo

Tempo di lettura: 2 minuto

Taranto: favole&TAmburi, dal 6 inizia la 14a stagione, il programma completo

Redazione IAMTaranto - 25 Ottobre 2022

Bolle di sapone e disegni di sabbia, fiabe della tradizione e fiabe moderne, storie narrate, animate e cantate. Da novembre ad aprile, all’Auditorium TaTÀ di Taranto, in via Deledda ai Tamburi, il Crest propone la quattordicesima stagione di “favole&TAmburi”, rassegna domenicale di teatro ragazzi. Sipario ore 18.

La rassegna più attesa, dai bimbi ed ancor più da nonne, mamme e papà, che ha visto crescere la generazione dei ventenni di oggi e che si appresta ad accogliere i nuovi piccoli con dieci proposte davvero di grande divertimento e suggestione, selezionate nell’ampio panorama nazionale. La grande varietà di linguaggi artistici e di punti di vista è la caratteristica del teatro ideato e realizzato per i più piccoli, una stessa fiaba può essere narrata o rappresentata infinite volte e in maniera sempre nuova e interessante, coinvolgendo il giovane pubblico in stimolanti percorsi creativi e interpretativi.

Inaugura, il 6 novembre, Studio Ta-Daa! con “L’Omino della pioggia” di e con Michele Cafaggi, regia Ted Luminarc. Piove. La finestra è aperta e in casa ci vuole l’ombrello. Ecciù. Uno starnuto, seguito da una bolla di sapone, anzi due, anzi moltissime. La stanza si riempie di bolle di tutte le dimensioni, minuscole e giganti, schiumose e trasparenti come cristallo. Spettacolo comico e magico, un viaggio onirico e visuale. Vincitore del Premio Franco Enriquez 2016.

Segue, il 20 novembre, “Nel bosco addormentato” di Stefania Marrone e Cosimo Severo, regia Cosimo Severo, con Bakary Diaby, Miriam Fieno, Raffaella Giancipoli/Antonella Ruggiero, Matteo Miucci, Fabio Trimigno, per Bottega degli Apocrifi. In una notte di luna piena la regina di un reame fantastico esprime il desiderio di avere una figlia. Ottiene che il suo sogno si avveri, però ad una condizione a lei ignota… Spettacolovincitore Eolo Award 2010, Premio Rosa d’oro 2011 e Premio L’Uccellino azzurro 2011.