domenica 14 luglio 2024
stónnə 28°, ste’ ‘u sólə

Logo

Tempo di lettura: 2 min.

A Taranto il IV Festival di Poesia e Letterature del Mediterraneo

Redazione IAMTaranto - 11 Agosto 2023

“Primo” Festival di Poesia e Letterature del Mediterraneo, ormai giunto alla IV edizione, torna il 12 agosto a Palazzo Galeota, via Duomo 234, con un nuovo entusiasmante reading poetico.

Il festival, organizzato dall’Associazione Contaminazioni, è diretto da Tiziana Magrì, vede la collaborazione artistica di Gianpaolo G. Mastropasqua e fa parte della rete del Taranto Grand Tour.

Ospiti del festival saranno Silvia Polidori con “Il soffio del vento”, Stefano Modeo con “Un doppio limpido zero. Poesie scelte 1945 – 1980” e la Compagnia poetica itinerante tarantina con la narrazione poetica performativa “La bellezza oltre le mura”.

Inizio previsto per le ore 22:15.

GLI OSPITI

Silvia Polidori è nata a L’Aquila, è avvocato e lavora per il Parlamento europeo. Abita sulla costa belga del Mare del Nord ed è membro della Société des poètes et artistes de France. Fra i suoi scritti: “Sulla cresta dell’onda” e “Il soffio del vento”, scritte e tradotte in tre lingue dalla stessa autrice. Polidori è inoltre vincitrice di numerosi premi e riconoscimenti come lo ‘Switzerland Literary Prize’ e il Premio ‘Giglio Blu di Firenze’.

Stefano Modeo è nato a Taranto nel 1990 e vive e lavora come insegnante a Treviso. Ha curato l’antologia di poesie di Raffaele Carrieri “Un doppio limpido zero. Poesie scelte 1945 – 1980”. Fra i suoi scritti: “La terra del rimorso” e “Conversazione” (di cui è couatore con P. Febbraro). Modeo compare in diverse antologie e volumi collettanei. Fa parte della redazione di “Atelier” e di “Universo poesia – Strisciarossa”. Si occupa di poesia italiana contemporanea per la rivista di critica letteraria norvegese “Krabben”.

La Compagnia Poetica Itinerante Tarantina è composta da: Costantino Liaci, Marcello Abbrescia, Gianfranco Guarino, Tonio Mantua, Grazia Maremonti, Carlo Scasillo, Sergio Tersigni.

L’obiettivo della Compagnia è in primis il contributo che offre in favore dei Bambini meno fortunati di Taranto per il tramite delle Associazioni che li tutelano. Quello culturale è la diffusione di narrazioni e poetiche strettamente legate al territorio tarantino.

TAG: