sabato 25 maggio 2024
stónnə 22°, ste’ chióvə

Logo

Tempo di lettura: 2 min.

Antonio Giovinazzi, il pilota che ha portato Taranto in Formula 1: i Kart, la caduta e la vittoria a Le Mans

Luigi Giusa - 29 Febbraio 2024

Antonio Giovinazzi nasce il 14 Dicembre 1993 in Provincia di Taranto, nel comune di Martina Franca e manifesta sin da giovanissimo la sua passione sfrenata per i motori e le corse, dedicandosi grazie all’incrollabile sostegno della sua famiglia ai Kart.

GLI ALBORI

Il talento di Giovinazzi è ben chiaro, disputa la sua prima stagione sui Kart nel 2006 e subito arriva la vittoria nel Trofeo Nazionale Italiano 60cc, seguita a ruota da quella nel Trofeo europeo. A 18 anni la svolta, Antonio passa alle monoposto e inizia a cimentarsi in competizioni ben più impegnative: Formula 3 europea, F3 britannica e nel 2015 il Campionato Europeo F3 che concluderà al 2° posto guadagnandosi un sedile nella ben più prestigiosa GP2.

LA SCALATA

Il pilota tarantino corre nel 2016 in GP2 Series con la Prema Powerteam, conquistando il 2° posto nella classifica piloti dietro Pierre Gasly. Nello stesso anno si affaccia al mondo endurance disputando alcune gare nella categoria LMP2. I brillanti piazzamenti e il 2° posto nel campionato GP2 accendono i riflettori della Formula 1 su Giovinazzi, così nel 2017 viene ingaggiato dalla Ferrari come 3° pilota.

IL SOGNO: LA FORMULA 1

Giovinazzi non riesce a trovare posto in pista con la Ferrari, ma le porte della classe regina gli si spalancano, e nel 2019 il sogno diventa realtà. Il pilota partito da una piccola provincia di Taranto diventa prima guida della Sauber, poi Alfa Romeo Racing, al fianco dell’ex Campione del Mondo 2007 Kimi Raikkonen. Rimane al volante della scuderia italo-svizzera fino al 2021, disputando 62 Gran Premi e raccogliendo 21 punti nell’arco di 3 stagioni. Il 5° posto nel GP del Brasile del 2019 sarà il suo miglior piazzamento assoluto nella Formula 1.

CADUTA E RINASCITA: DALLA FORMULA E AL WEC

La stella di Antonio Giovinazzi sembra spegnersi al termine della stagione 2021, non trovando più posto in F1, il pilota pugliese passa alla Formula E trovando però ben poca gloria. Giovinazzi però non esce del tutto dalla ‘famiglia’ Ferrari diventando pilota di riserva per la stagione 2022 e anche 2023 del Cavallino Rampante.

Allo stesso tempo nel 2023 Antonio torna a gareggiare nel WEC sempre con il rosso Ferrari addosso, e proprio in questa stagione e categoria Giovinazzi centra il risultato più prestigioso della sua carriera da pilota automobilistico vincendo la 24 ore di Le Mans alla guida della Ferrari 499P.

Ora nuove sfide e tante nuove gare attendono il pilota tarantino, nella stagione 2024 in procinto di partire, Giovinazzi sarà ancora 3° pilota per la Ferrari in F1 e prima guida del Cavallino nel WEC, dove cercherà di bissare i successi del 2023.

Cu ‘nu bbuenə pundə Antonio.