martedì 16 aprile 2024
stónnə 20°, jé mal tìmbə

Logo

Tempo di lettura: 2 min.

C’era una volta Bart… dove la corsa all’ultimo gettone era di casa!

Redazione IAMTaranto - 29 Febbraio 2024

Impossibile dimenticarlo: il posto preferito per le famiglie tarantine e non solo, che si riunivano durante la settimana per trascorrere sereni momenti di spensieratezza, convivialità e di svago. Biliardi, videogiochi, gonfiabili. Chi più ne ha più ne metta: alzi la mano chi non ha mai festeggiato un compleanno da Bart. Ogni attrazione, in quella sala feste, era irrinunciabile.

A partire dalle innumerevoli macchine da gioco. Lì ci si dilettava a correre, per sedersi il più velocemente possibile prima degli altri bambini: la gara… all’ultimo gettone. Il rumore e i sorrisi che si respiravano in quella sala erano una colonna sonora. Su quei sedili, i bambini si sentivano dei piloti di Formula 1. E per i meno impavidi, tuttavia, c’erano i gonfiali, nella parte posteriore. Ah… quanti ricordi!!!

E ancora, come non dimenticare la pizzeria, che invece, si trovava dinnanzi all’ingresso: il posto preferito per i genitori che in quelle poche ore provavano a ritrovare il sereno, dopo una settimane piena di fatiche. Via Tre Fontane, 42: quando gli adolescenti non sapevano cosa fare o le condizioni climatiche erano avverse, Bart era il luogo ideale che metteva tutti d’accordo. Il Biliardo era un must: le sfide all’ultimo respiro contro altri ragazzi conosciuti lì da qualche minuto…

Malinconia, mista a nervosismo: fa strano oggi passare davanti alla sala feste Bart e vedere il classico negozio dei cinesi. Quello che un tempo è stato il punto di riferimento di tante generazioni, oggi è un market polifunzionale, così come ce ne sono tanti sparsi qua e là per la città. Ma quando sei piccolo, ogni cosa ti sembra magica e soprattutto duratura. E così, crescendo, capisci, purtroppo, quante cose sono mutate nel tempo…

TAG: