giovedì 29 febbraio 2024
stónnə 16°, ste’ ‘u sólə

Logo

Tempo di lettura: < 1 min.

La casa di Sant’Egidio, l’essenzialità nascosta nella Città Vecchia

Emiliano Fraccica - 26 Luglio 2022

Percorrendo il suggestivo tratto che unisce i due livelli della Città Vecchia di Taranto, il Pendio La Riccia, è possibile imbattersi in un’umile porticina quasi nascosta dai gradoni.

Se ci fossimo passati davanti un secolo fa probabilmente l’avremmo scambiata per un’abitazione popolana qualsiasi, una delle tante che affollava e affolla il borgo antico della città, eppure si tratta della casa natìa di Sant’Egidio.

Francesco Antonio Domenico Pasquale Pontillo nacque proprio in questa piccola casetta, da papà Cataldo e da mamma Maria Grazia, il 16 novembre 1729. Ce lo immaginiamo bambino a giocare con i suoi tre fratelli proprio sui gradoni del pendio (chissà se esisteva lo spizzidde nel XVIII secolo) oppure a praticare il mestiere di cordaio accanto a suo padre.

La casa chiaramente non ha grandi ambienti, è stata costruita, come praticamente tutte le abitazioni dell’isola, su siti d’interesse magnogreci. Ma probabilmente anche questa intimità è servita al futuro Sant’Egidio per recepire con maggior forza la chiamata di Dio, tra lussi e sfarzi sarebbe stato senza dubbio più difficile. Giovanissimo entrò a far parte della reale arciconfraternita di Maria Santissima del Rosario, nella chiesa di San Domenico, e tra queste mura avrà gioito per questo traguardo raggiunto, come verosimilmente queste scarne pareti l’avranno visto versare calde lacrime alla morte del padre.

La vita poi lo allontanò da questa piccola casa, lo portò a Grottaglie, Galatone, Squinzano, Capurso e infine a Napoli, dove poi morì, forse magari ripensando per un attimo al luogo dov’era nato e cresciuto, a due passi dal mare di Taranto in quel momento così lontano.

Quando capitate dalle parti della Città Vecchia fateci un salto: l’essenzialità di questa casa vi farà per un attimo dimenticare del frastuono circostante, portandovi alla scoperta di un santo tutto tarantino.   

TAG: