domenica 14 luglio 2024
stónnə 28°, ste’ ‘u sólə

Logo

Tempo di lettura: < 1 min.

Pàstә cu lә Caravìddә: la Ricetta

Redazione IAMTaranto - 19 Gennaio 2023

La cicala di mare è un crostaceo della specie Squilla mantis chiamato anche pannocchia o canocchia. È di forma allungata e non supera i 20 centimetri di lunghezza. Si pesca in genere tutto l’anno, particolarmente nei mesi autunnali e preferisce i fondali sabbiosi. Bisognerebbe acquistarle vive per gustare al massimo la polpa pregiata, altrimenti si disidratano e la polpa perde consistenza e sapore.

INGREDIENTI PER 3 PERSONE:

– 25 cicale di mare

– 240 g. di spaghetti

– olio extravergine di oliva

– sale q.b.

– uno spicchio di aglio

– vino bianco

– prezzemolo e peperoncino

PROCEDIMENTO:

Lavare le cicale di mare. Mettere sul fuoco un tegame con un giro di olio e l’aglio, appena imbiondito togliere lo spicchio d’aglio e aggiungere le cicale, quando cominciano a colorarsi sfumare con mezzo bicchiere di vino bianco. Spegnare il fuoco e asportare il carapace dalle cicale per prelevare la polpa. Lasciarne qualcuna intera per decorare il piatto. Nel frattempo cuocere la pasta.  Rimettere sul fuoco il tegame già usato, aggiungere la polpa, un ciuffetto di prezzemolo tritato ed un mestolino di acqua di cottura, regolare di sale. Scolare la pasta al dente, metterla nel tegame a mantecare con poco olio. Servire con le cicale tenute da parte, prezzemolo fresco e, se gradito, del peperoncino.

Un calice di buon vino bianco “Greco di Tufo” esalterà il sapore del vostro piatto.