martedì 18 giugno 2024
stónnə 28°, ste’ ‘u sólə

Logo

Tempo di lettura: 3 min.

Alcuni dei migliori cocktail bar a Taranto

Emiliano Fraccica - 6 Ottobre 2023

Taranto, lo sappiamo, è una città ricca di storia e cultura. Che va vissuta, esplorata in ogni angolo, ma anche… bevuta. Eh sì, perché nel capoluogo ionico sono presenti diversi cocktail bar con i quali conoscere il lato più glam e trendy della città. Dal centro alle zone più periferiche, abbiamo scovato per voi quelli che, secondo noi, sono tra alcuni dei migliori locali dove assaporare degli ottimi drink in compagnia.

Barbin

I più grandi se lo ricordano soprattutto per la loro buonissima pizza al metro. Il locale, alle spalle del Palazzo della Provincia, oggi continua a sfornarle ma ha anche diversificato la sua offerta, puntando fortissimo sul beverage. Una vasta selezione di whisky, rum e grappe ne fanno una tappa obbligata per gli intenditori.

Drink da non perdere: Puglia Colada (rum blanco, peach brandy, lime, latte di mandorla, float Primitivo di Manduria)

Kaktus

Intimo e accogliente, questo pub si trova in via Emilia, quasi su viale Magna Grecia. Tutto ci parla di old school e le piante alle pareti fanno tutto un po’ jungle. Taglieri e stuzzichini sono di casa, ma potete gustare anche degli ottimi cocktail.

Drink da non perdere: Er Cucchiaio (Aperol, limone, mango, prosecco, ginger beer)

Thalìa

Torniamo in centro per un locale dalle atmosfere noir e dai neon rossi che accendono la serata. Comode sedute al velluto si abbinano bene a cocktail studiati e non convenzionali.

Drink da non perdere: Coleraine Cooler (Zubrowka Bison Grass, rakomelo zucchero, lime, mela, menta)

Qbko

Un gioiellino nascosto nei pressi della chiesa Santa Rita. Spazi ristretti che incentivano a socializzare, immancabili scritte sulle lavagne e tanta varietà nel menù.  

Drink da non perdere: Call the Fashioned (irish whisky, liquore alle nocciole, angostura)

Exit

Poco più di una decina di anni fa non c’erano santi: il sabato sera si DOVEVA andare all’Exit per incontrarsi con la propria cerchia di amici. Oggi il locale sul Lungomare conserva il proprio stile iconico, con le scale che ci riportano ancora in un mondo underground dove divertirsi e sorseggiare ottimi drink con la compagnia di sempre.

Drink da non perdere: Espresso Mexicano (tequila, caffè espresso, cannella, sciroppo di zucchero)

Meu Pai

Nella strettissima via Massari spesso abbiamo visto assembramento (parola molto mainstream nel periodo Covid), ed è tutto merito di questo localino che ha saputo fare della fidelizzazione e del sentirsi a casa propria un marchio di fabbrica.

Drink da non perdere: Red Hot Mary (vodka infusa al peperone, succo di pomodoro, lime, zucchero, sale, pepe, worchestershire sauce, glassa di aceto balsamico, tabasco, laprhoaig spray)

Fichi e Barbera

In uno scorcio misterioso e secolare come quello dell’arco della Madonna del Pozzo in Città Vecchia questo wine bar è un porto sicuro per tutti coloro che, godendosi il borgo antico, hanno quel pizzico alla gola che precede il senso di arsura.

Drink da non perdere: Fig Fizz (gin, succo di limone, sciroppo di agave, marmellata di fichi, soda)

Sud

Luci soffuse, arredamento elegante per questo locale del “salotto buono” tarantino. Ritrovo per giovani e giovanissimi, è anche un luogo dove poter assaggiare cocktail dall’anima mediterranea e tropicale insieme.

Drink da non perdere: Basilero (tequila silver, mezcal, cordiale al pompelmo, basilico)

Caracas

Non c’è un pezzo di parete che non sia scritto: dediche, insulti, poesie, tutto contribuisce a creare in questo locale di corso Umberto un’atmosfera scanzonata che rimanda a via del Pratello a Bologna. Sui tavoli è possibile trovare, oltre ai simpatici rotoli di carta igienica, anche dei drink da paura!

Drink da non perdere: Blue Hawaiian (rum, blue curaçao, batida, succo d’ananas, marshmallow)

TAG: